**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

23.4.2017

Il nonno e il gatto

Sapevate che un gatto allunga la vita e riporta il sorriso? E' successo a Jiji, un uomo di 94 anni di Tokyo «malato e molto scontroso» fino a quando nella sua vita non è entrato Kinako, un gatto dolcissimo.
Il tamite è stato il nipote di Jiji, che non ce la faceva più a vedere il nonno che si stava spegnendo giorno dopo giorno.
Prima dell'arrivo del gatto infatti, tutto il suo mondo era cupo e triste. Jiji non aveva mai saltato un giorno di lavoro per 64 anni, fino a quando nel 2009 si è improvvisamente ammalato. E' stato ricoverato in ospedale per un lungo periodo e, una volta dimesso, ha «perso interesse per la vita ed è diventato scontroso». A riportare il sole nella sua vita è stato il gatto Kinako. E fra loro è stato amore a prima vista.
I due oggi sono inseparabili: trascorrono le loro giornate insieme. Leggono il giornale insieme, fanno colazione e fanno insieme anche un pisolino. Kinako è diventato l'angelo custode del nonno, e veglia su di lui in ogni passo del suo cammino.

22.4.2017

I nemici della primavera

Oggi qui al Magazine degli animali ci chiediamo: l'arrivo della primavera può portare nuovi problemi ai nostri amici? Risponde il dottor Emanuele Minetti medico veterinario a Milano:
"La primavera è arrivata e con lei pure alcuni problemi per i nostri cani, in particolare le pulci, le zecche, le zanzare ed i pappataci, contro le quali possiamo utilizzare prodotti specifici anche utili a contrastare il rischio delle malattie trasmesse da vettore come la filariosi, la leishmaniosi, eccetera.
I nemici però non finiscono qui: infatti pochi si ricordano dei forasacchi.
Essi sono banalmente quelle piccole spighe presenti nelle nostre città, nelle aiuole, nei campi, ma anche nella natura incontaminata, che quando si seccano (quando cioè diventano gialle), entrano in contatto con il pelo del nostro cane, praticamente appiccicandosi a loro, e che poi possono arrivare a contatto diretto con alcune parti del corpo particolarmente a rischio ed esposte, come il condotto uditivo, le narici, la bocca, le pieghe cutanee, il perineo, gli spazi interdigitali, gli organi genitali.
Per la loro conformazione i forasacchi tendono a penetrare – a camminare in avanti e basta quindi - ove possono ed a non uscire più: è quindi importante che quando si fa una passeggiata in un luogo dove essi sono presenti bisogna ispezionare frequentemente con attenzione il manto del cane nelle zone sopra indicate e poi tutto il corpo per togliere ogni singola spiga presente.
In particolare vanno controllate tutte le razze di cani a pelo lungo e/o con le orecchie grandi e pendule, ma qualunque cane può incorrere in guai da corpo estraneo, in quanto le spighe una volta entrate nelle orecchie o nel naso o nella pelle possono “camminare” nell'organismo dando gravissime infezioni ma possono anche raggiungere distretti vitale come il polmone od altri organi interni.
Se avete il dubbio che qualcosa possa essere penetrato nelle orecchie o nel naso in primis del vostro cane portatelo immediatamente dal veterinario, e cercate di evitare il fai-da-te se non usando le mani per ciò che sia subito facilmente estraibile al volo.
Non sottovalutiamo questo silenzioso strisciante nemico quindi.
Buona domenica!"
Emanuele Minetti
Medico veterinario
www.biessea.com

16.4.2017

Taiwan: stop animali domestici come cibo

Oggi qui al Magazine degli Animali una grande notizia: il Parlamento di Taiwan ha approvato la legge che vieta l'uccisione di cani e gatti per l'alimentazione umana. È il primo Paese asiatico a fare questo importante passo in una parte del mondo dove gli animali che noi consideriamo domestici finiscono in tavola come cibo. Ma non è tutto: la decisione fa parte di un pacchetto di norme destinate a proteggere gli animali e prevede come pene multe salate (da 1500 a 65mila euro), e condanne fino a due anni di carcere oltre alla diffusione del nome e delle fotografie di violi la legge.
Ricordiamo che già nel 2001 Taiwan aveva approvato una legge che vietava la vendita di carne e pelliccia di cani e gatti, per quelli che venivano descritti come “scopi economici”. La carne di cane un tempo era abitualmente consumata a tavola sull'isola, soprattutto in forti periodi di crisi economica, prima che poi il Paese diventasse una potenza tecnologica. Ma adesso finalmente il quattrozampe è considerato dalla maggior parte degli abitanti come un animale domestico da compagnia e le battaglie animaliste hanno ricevuto il supporto della maggior parte dell'opinione pubblica.

15.4.2017

In aereo con Fido

Oggi qui al magazine degli animali parliamo di viaggi aerei in compagnia del nostro amico a quattro zampe. Avete già fatto questa esperienza? Se non sapete come muovervi ascoltate i consigli della dott.ssa Sabrina Giussani Medico Veterinario esperta in comportamento animale.
"Buongiorno Loredana e buongiorno a tutti gli ascoltatori. Per prima cosa è necessario chiedere con largo anticipo alla compagnia con cui viaggeremo quali sono le regole da seguire per portare con noi il cane o il gatto: il peso che l'animale non deve superare per accedere alla cabina, le dimensioni e il materiale del trasportino e le vaccinazioni necessarie.
È fondamentale, quindi, che il cane e il gatto siano capaci di entrare con tranquillità nel trasportino, rimanervi accucciati e schiacciare un pisolino considerandolo una casetta sicura. Per raggiungere quest'obiettivo, non dobbiamo obbligare l'animale a entrarvi ma aiutarlo a esplorare il nuovo oggetto attraverso specifiche attività basate sul gioco e sul divertimento. Possiamo aprire completamente il trasportino, toccarlo con le mani fingendoci molto interessati all'oggetto: il nostro comportamento indica al cane e al gatto che il trasportino non è pericoloso e, anzi, è molto bello! In seguito, possiamo mettere a qualche centimetro dall'ingresso dell'oggetto, alcuni premi in cibo o il giocattolo preferito dall'animale invitandolo a entrare. E così via fino a quando l'animale entrerà da solo e vi schiaccerà un pisolino.
È necessario evitare di chiudere il trasportino all'improvviso, prima che il cane e il gatto conoscano l'oggetto e si sentano sicuri all'interno. Altrimenti, come il gioco dell'oca, dovremo ricominciare tutto dall'inizio. Un saluto a tutti."
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.