**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

2.1.2013

A New York si tagliano le corde vocali

A New York è nata una nuova moda: tagliare le corde vocali ai cani d'appartamento. Il motivo? Can che abbaia non morde ma infastidisce i vicini. In questo modo, il can che abbaia si trasforma semplicemente in un can che sussurra.
Ma la storia è seria, al punto che se ne è occupato l'autorevole New York Times che ha dato spazio a molti proprietari di cani «col silenziatore», convinti della scelta compiuta in nome dei rapporti di buon vicinato.
Questo assurdo intervento sulle corde locali, pensate, rende gli animali afoni, ma non cancella in loro l'impulso ad abbaiare: semplicemente fa sì che quel che esce dalla loro bocca sia qualcosa che assomiglia ad un rantolo o, appunto, ad un sospiro.
Fortunatamente sono sempre di più i veterinari che si rifiutano di praticare l'intervento di rescissione.
In Italia la pratica del taglio delle corde vocali è vietata dalla recente legge sui maltrattamenti, ma per fortuna anche prima della sua entrata in vigore la maggior parte dei veterinari si rifiutava di operare un cane in assenza di finalità terapeutiche, solo per motivi estetici o di mero interesse del proprietario. Però i casi di cani con le corde vocali recise esistono anche anche nel nostro Paese. Lo scorso anno erano stati trovati diversi cani "silenziati" in un canile lager in Puglia: senza voce gli animali non avrebbero potuto destare l'attenzione di eventuali curiosi.
E' terribile ed è tutto per oggi. au

28.12.2012

La tavola delle feste per fido

Oggi vi diamo qualche buon consiglio per far si che in questo periodo di pranzi e cene di festa anche i vostri amici a 4 zampe siano sereni e contenti. Daniela Lisi:
“Durante tutti i pranzi e cene di questo periodo è praticamente inevitabile che il nostro cane non si piazzi ai piedi del tavolo cercando di elemosinare qualche prelibatezza... con quegli occhioni dolci e quello sguardo triste da cane che non mangia da tempo.....
...ecco.. prima regola: cerchiamo di non farci impietosire pensando che sia festa anche per lui...
A tutti noi piace pensare che durante le feste anche i nostri amici a 4 zampe debbano festeggiare... commettendo l'errore molto spesso di allungare qualcosa da mangiare dalle nostre tavole imbandite o lasciare loro, come sorta di regalo, gli avanzi del pranzo e della cena.
In tutte e due i casi c'è qualcosa che non va....
Allungare qualcosa dal tavolo è un gesto che vi ho sempre sconsigliato di fare perché porta poi il cane a pensare che mentre mangiamo c'è sempre qualcosa per lui... e che magari abbaiando un pò, mettendo le zampe sul tavolo o sulla sedia qualcosa arriverà... allora se non volete ritrovarvi a dovermi scrivere tra qualche giorno chiedendomi aiuto.. è una cosa che non dovete assolutamente fare...
La seconda cosa da evitare è che i nostri avanzi finiscano nella ciotola del cane... forse già lo sapete ma vi ricordo che il cibo che mangiamo noi non è sano per il nostro cane..
Quindi ecco due soluzioni alle vostre possibile debolezze:
Comprate qualcosa di prelibato, uno di quegli snack per cani che solitamente non gli date mai... lo riceverà come regalo per non essersi avvicinato alla tavola.
Tenete conto che la vostra cena o pranzo sarà più lunga del solito.. lo snack dev'essere uno di quelli che durano tanto...
Secondo consiglio.... lo ripeto sempre e continuerò a farlo... comprate un kong. Credo che sia un regalo che tutti i nostri cani debbano ricevere.
Lo riempite di bocconcini, lo chiudete con una sottiletta.. se volete rendergli la cosa ancora più interessante lo mettete in freezer per un'ora... e poi vedrete che le vostre cene ed i vostri pranzi non saranno più interrotti dal vostro cane.. e allo stesso tempo non vi sentirete in colpa per essere gli unici a festeggiare.... “

27.12.2012

Niente fuochi d'artificio: siamo animali

La tradizione dei fuochi per festeggiare la fine dell'anno, provoca gravi danni agli animali che sono soggetti a crisi di panico e a tentativi di fuga per il terrore generato dai botti. Chi ha un animale particolarmente sensibile ai "botti" non deve alimentare la sua paura, ma dobbiamo noi per primi, mantenere un atteggiamento sereno e tranquillo per non rafforzare il suo terrore. E' bene alzare il volume dello stereo o della tv, sono suoni più familiari per l'animale e soffocano altri rumori esterni.
Alcuni semplici consigli: non lasciate animali in giardino, ma ospitateli in un luogo chiuso dove non ci siano oggetti con cui, muovendosi, possano ferirsi.Non legate il vostro cane alla catena: in caso di panico generato da un petardo fatto esplodere nelle vicinanze, potrebbe tentare la fuga rischiando di ferirsi gravemente o addirittura strozzarsi.Non lasciate l'animale su terrazzi o balconi, perché potrebbero cercare di saltar giù, a rischio della vita. Non lasciate porte o finestre aperte che possano permettere la fuga del vostro animale in un momento di panico o di terrore. FIRMATO LIDA
E poi aggiungo io, tenete i vostri cani sempre al guinzaglio durante le passeggiate, a Prontofido riceviamo moltissime segnalazioni di smarrimenti per colpa dei botti, cani che scappano anche negli appositi spazi dei parchi. Ricordiamoci allora: guinzaglio sempre.
Da tutti noi di PRONTOFIDO auguri di un anno migliore per noi e per i nostri amici animali (BAU E MIAO)

21.12.2012

Problemini con Jack Russel

E' il momento delle vostre mail qui a prontofido@prontofido.net
Oggi rispondiamo ad un'ascoltatrice che ci scrive da Aosta di cui però non sappiamo il nome… ha due problemini con il suo piccolo incrocio di Jack Russel di 5 mesi. Risponde Daniela Lisi, educatrice cinofila:
“Allora, il primo problema è la fobia ad entrare nel portone di casa.
Tieni conto che i cuccioli a quell'età sono molto sensibili e le fobie sono all'ordine del giorno. Ogni momento è buono per vivere nuove esperienze e qualsiasi di queste per loro è un segno indelebile per il futuro. Molto probabilmente una delle ultime volte in cui il cucciolo ha attraversato la porta è successo qualcosa che tu non hai notato… scrivi di essere certa che nessun evento negativo sia stato associato al portone di casa… ma spesso ci sono rumori o piccolezze di cui non ci accorgiamo e che il nostro cane, in quanto tale, invece percepisce…. Ad esempio il portone potrebbe essersi chiuso in concomitanza con un rumore esterno che tu non hai notato e che invece lo ha spaventato.. oppure potrebbe essere successo che il portone lo abbia sfiorato.. e tenendo conto delle proporzioni del piccolo rispetto alla porta l'essere turbato è assolutamente giustificabile.. ma i motivi non individuabili da parte nostra possono essere svariati.
Comunque, la soluzione è quella di non obbligarlo con la forza ad attraversare il punto critico ma di cercare con tanta pazienza di fargli passare questa paura. Provate ogni volta che potete a bloccare il portone, attraversatelo e con fare molto giocoso e qualche premietto gustoso, richiamate il piccolo facendolo passare senza che se ne accorga. In pratica, occorre associare al portone qualcosa che gli piace. Visto l'incrocio con un Jack Russel potreste provare con una pallina…
Il secondo problema è che ad Aosta c'è neve e lui, povero piccolo, soffre il freddo alle zampe..come tanti cani d'altronde.
Tu non vuoi mettergli le scarpette perché contraria a questo tipo di accessori… ma visto che la crema idratante non ha ottenuto gli effetti che volevi… l'unica cosa che posso dirti è: mettigli le scarpette.
Io ho sempre pensato che i cappottini per cani fossero delle vere idiozie.. ma quando mi sono ritrovata con due levrieri in mezzo alla neve, ho ringraziato chi li ha inventati!”
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.