**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

22.3.2013

Fido e i bambini

Daniela Lisi risponde ad una mail arrivata al nostro sito:
"Ieri ci ha scritto una mamma di nome Gabriella che si occupa del sito www.unamamma.it. Gabriella ha appena inserito nel suo sito una specie di vademecum dei bambini nei confronti dei cani chiedendo a me un piccolo aiuto.
Questo mi ha dato lo spunto per far sapere anche a voi queste piccole regole:
· Non avvicinarsi mai ad un cane legato
· Non infilare mai le mani nel recinto di un cane
· Non disturbare mai il cane mentre sta mangiando, mentre ha un gioco o qualcosa di appetitoso vicino a lui o ancora, mentre dorme.
· Chiedere sempre prima al padrone se si può accarezzare il cane e prima di farlo farsi sempre annusare la mano tenendola bassa sotto al suo naso
· Accarezzarlo sul tronco del corpo, non sulla testa e non toccare le orecchie
· Non guardare mai il cane direttamente negli occhi perché lo potrebbe prendere come un atto di sfida.
· Allontanarsi molto lentamente se il cane dovesse iniziare a ringhiare o ad abbaiare."

21.3.2013

Padri che accudiscono i figli

Un team di ricercatori delle Università di Bath e di Sheffield ha scoperto perché tra le popolazioni di alcune specie di animali è il padre, e non la madre, a prendersi cura dei piccoli.
Pare che il capovolgimento dei ruoli sia provocato da uno squilibrio nei numeri dei maschi e delle femmine di uno stesso gruppo: quando le femmine sono poche o in minoranza, i maschi si occupando dei figli.
Il ribaltamento delle funzioni è stato rilevato in animali come i cavallucci marini del genere Hippocampus e in alcune specie di uccelli, in cui la femmina produce le uova e ad accudirle sono i maschi.
La ricerca svela un mistero che per secoli ha acceso il dibattito tra scienziati, in particolare tra biologi evoluzionisti. Lo studio è il primo a sostenere che il ribaltamento dei ruoli sia condizionato dall'ambiente sociale in cui questi animali vivono. Si tratta di contesti in cui le femmine sono in minoranza e lasciano i maschi ad occuparsi della prole, cogliendo così l'occasione di accoppiarsi con altri partner e contribuendo alla sopravvivenza della specie, senza affaticarsi e sprecare energie in eccesso nelle attività di accudimento.
Hanno inventato il femminismo.

20.3.2013

Waddy: gatto Matusalemme

Oggi qui al magazine degli animali festeggiamo Waddy. È nato il 6 marzo del 1986, ha appena compiuto 27 anni e potrebbe essere il gatto più vecchio al mondo. L'età felina di questo micione bianco e nero che vive in Inghilterra, equivale infatti a 125 anni di quella umana. Considerato che in media i gatti vivono circa 15 anni, Waddy è riuscito quasi a raddoppiare la sua aspettativa di vita.
La lunga vita però del micio-Matusalemme non era iniziata sotto i migliori auspici: è stato adottato quando aveva appena 4 settimane ed era stato abbandonato dai suoi precedenti proprietari perché «troppo piccolo». Ma ora Waddy si gode la meritata vecchiaia, conducendo una vita decisamente «basic».
Nonostante non sia molto comune per un gatto arrivare alla sua età, non è facile dire se Waddy sia realmente il più vecchio gatto vivente al mondo. Il sito del Guinness dei primati assegna, al momento, il record a Pinky: un micio di 23 anni nato il 31 ottobre dell'89 in Kansas. Mentre il record assoluto di longevità se lo è aggiudicato la gatta Creme Puff: che ha vissuto in Texas per 38 anni.

19.3.2013

Messaggio a Papa Francesco

Con la scelta di chiamarsi Francesco, Papa Bergoglio suscita le attese delle associazioni animaliste che si augurano maggiore «sensibilità e rispetto per gli animali» proprio come fece il santo di Assisi. Al nuovo Pontefice subito una richiesta specifica, quella di fermare «la strage delle migliaia di agnelli che ogni anno vengono sacrificati» in occasione della Pasqua. «Questo Papa potrà dare un segnale diverso sul tema del benessere degli animali», sottolinea Fulvio Mamone Capria, presidente della Lipu. «La scelta del nome può essere un'opportunità proprio per aumentare la sensibilità e il rispetto nei confronti degli animali «Chiediamo, inoltre al Vaticano di contrastare fermamente tutte quelle sagre e feste tradizionali dove gli animali vengono utilizzati per giochi o violenze. Ma sarebbe anche importante bloccare l'importazione di avorio e altro materiale utilizzato per la realizzazione di Crocifissi e altre suppellettili, mettendo così a serio rischio alcune specie animali».
Il presidente della Lav Gianluca Felicetti sempre a proposito della strage di agnelli che ogni anno vengono sacrificati'' aggiunge che sarebbe «un segnale di discontinuità con i suoi predecessori» che dimostrerebbe «compassione per tutti i viventi, animali compresi, facendo così della festa una Pasqua di resurrezione e quindi di vita. Ci auguriamo che sia un uomo di pace, che applichi il rispetto per tutti gli esseri viventi a 360 gradi proprio nello spirito di San Francesco». «La scelta di Bergoglio è il segnale della volontà di mettere al centro del suo dicastero le esigenze dei poveri, dei trascurati e delle creature che non ricevono attenzione e siamo certi che, accanto alle creature umane, voglia considerare anche gli animali che sono creature del Signore».
Dal Magazine degli animali abbiamo trasmesso un messaggio per papa Francesco.

Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.