**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

25.9.2014

Sequestro animali al circo

Per la prima volta in Italia sono stati sequestrati tutti gli animali di un circo. E' quanto disposto dalla Procura della Repubblica di Tempio Pausania per gli animali del Circo Martin, i cui titolari sono indagati del reato di maltrattamento animale.
Dal 2008 i volontari della Lav hanno raccolto numerose testimonianze foto e video sugli animali nello zoo del Circo, noto soprattutto per il numero del carretto con un orso, trainato da un cavallo con in groppa una tigre, «spettacolo assolutamente anacronistico e incompatibile con le esigenze etologiche degli animali» commenta la LAV. Ma non solo anche la sicurezza pubblica era a forte rischio data l'assenza di protezioni idonee ad impedire il contatto tra i visitatori e alcuni degli animali.
«Siamo molto soddisfatti della decisione della Magistratura - dichiara la Lav- stiamo già lavorando per trasferire gli animali in strutture già individuate, idonee a garantire loro una vita dignitosa» aggiunge l'associazione animalista.

24.9.2014

Stop agli esperimenti scientifici?

Eliminare del tutto gli esperimenti sugli animali testando farmaci e cosmetici attraverso pratiche indolori che garantiscano il rispetto di tutti gli esseri viventi? Può sembrare un'utopia ma gli scienziati assicurano che tutto ciò è destinato a diventare realtà nel giro di tre anni. Come? Ricreando gli organi in provetta. Non stiamo parlando di piccoli numeri, ma di veri e propri allevamenti di tessuti umani. Altro che fantascienza: polmoni, reni e altri organi sono già stati replicati su microchip delle dimensioni di smartphone, per testare la reazione del corpo umano a nuovi farmaci.
Uwe Marx, ingegnere dei tessuti dell'Università Tecnica di Berlino, nonché fondatore dell'azienda che sta dietro a questa tecnologia, ha dichiarato al “Sunday Times «Se il nostro sistema sarà approvato farà chiudere quasi tutti i laboratori in cui si fanno test sugli animali».
«Questo metodo consente una comprensione più vasta del funzionamento del corpo umano». Solo nello scorso anno e solo nel Regno Unito, quattro milioni di animali hanno subito esperimenti scientifici, nonostante fosse entrata in vigore la legge che proibisce di vendere cosmetici testati sugli animali.
Secondo quanto riporta ancora il “Sunday Times” poi, sono oltre cento milioni gli animali che ogni anno vengono catturati in tutto il mondo per essere sottoposti ad esperimenti scientifici, ovvero torturati barbaramente fino alla morte. Una pratica che forse, molto presto, potrebbe diventare solo un ricordo.
Restiamo in attesa e vi terremo informati, ed è tutto

23.9.2014

Gatti trattati come cani

Sapevate che i gatti domestici sono stressati perché li trattiamo come cani? Questa è la conclusione a cui è giunto John Bradshaw, direttore del dipartimento di Antropologia all'Università di Bristol. Ci aspettiamo che i mici siano completamente a loro agio condividendo gli spazi, che siano del tutto addomesticati e che vogliano passare ore ad essere coccolati. Ma ricoprendo letteralmente il gatto di affetto, si rischia di non fare il suo bene. “Diversamente dal cane – spiega Bradshaw – il gatto si trova ancora a metà strada fra un animale domestico ed uno selvatico e non ama la vita del ventunesimo secolo”. I proprietari si aspettano troppo dai loro gatti e patologie come dermatiti e cistiti da stress sono in continuo aumento.
Il gatto stressato vive ritirato, più del solito. Fa i bisognini in giro per casa, ha le zampette sudate e segna eccessivamente il territorio con l'urina.
Da animale fiero ed indipendente, il gatto domestico è diventato negli anni un elegante animale da compagnia, uno status symbol e, per alcuni, quasi un ornamento casalingo. “Se i proprietari di gatti capissero meglio i loro animali si renderebbero conto dell'assurdità di alcune richieste che facciamo loro quotidianamente”.

22.9.2014

Curare una dermatite

Sto curando da più di un mese con prodotti naturali il mio cane che per la prima volta presenta una forma di dermatite.
Il cane dall'ultima visita di fine febbraio sta bene nonostante i sui 10 anni, segue una dieta bilanciata ed è un cane molto buono e tranquillo. le chiedo quindi se a questo punto dopo aver tentato con spray secchi e gocce inserite sul cibo non sia il caso di passare a medicinali più incisivi, mi fa male vederlo continuamente grattarsi e leccarsi con insistenza. Firmato Kelly.
Risponde il dottor Emanuele Minetti Medico veterinario a Milano
"Buongiorno, il problema è che il suo cane non ha solo un SINTOMO (prurito) ma quasi sicuramente ha anche una MALATTIA SISTEMICA.
Per poterla curare bisogna seguire un iter preciso:
Portarlo in Visita-> Eseguire Esami diagnostici mirati (se necessari)-> Ottenere una Diagnosi precisa-> Prescrivere una Terapia mirata-> portarlo a controlli frequenti sino alla guarigione completa.
Se lei non segue l'iter medico corretto in questo preciso ordine fisso non modificabile (MAI!!!!) portando il cane da un bravo medico veterinario, magari esperto in dermatologia, non curerà il suo animale ma andrà solo a tentativi facendolo soffrire inutilmente, e pure tanto.
Senza contare che più passa il tempo e più difficle sarà risolvere il problema con la guarigione. Non esiste la medicina-fai-da-te, mi spiace, e non esiste la medicina da discount perchè la qualità ha dei costi molto alti che non consentono compromessi. Essa è una vera scienza che è già difficilissima per chi la ha studiata per decenni con fatica ed impegno, si figuri per un profano! Senza competenze serie non si va da nessuna parte ed infatti il suo cane sta male da mesi.
Questo atteggiamento non è giusto per il benessere dell'animale, mi spiace stigmatizzare così.
Cambi strategia e veda di fare quindi le cose come vanno fatte, mi dia retta."

Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.