**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

8.7.2011

Bilancio del week end di Io l'ho visto

Fine settimana durissimo per i volontari dei team anti abbandono di io l'ho visto. Sono state 340 le segnalazioni di cani abbandonati o vaganti in autostrada, 242 gli interventi realizzati 192 i cani messi in sicurezza 37 dei quali restituiti ai legittimi proprietari in quanto si trattava di cani scappati di cui era stata fatta denuncia. 1052 i volontari attivi su due turni nel fine settimana. C'è oramai da registrare una vera e propria scissione nell'Italia del randagismo, oltre il 90% delle segnalazioni provengono da cinque regioni del sud Italia: Campania, Calabria, Puglia, Sicilia e Abruzzo, sono diminuite le segnalazioni provenienti dal Lazio, pochissime invece le segnalazioni provenienti dalle regioni del centro nord Italia dove il maggior numero di segnalazioni arrivano sempre dalla Toscana, con 11 segnalazioni nel fine settimana e Emilia Romagna con 8 segnalazioni.

7.7.2011

Adesso i cani sono i benvenuti

Sarà per l'effetto della crisi economica che induce i proprietari di negozi a tenersi buoni i clienti. Fatto sta che il cartello «divieto di accesso ai cani» è pressochè scomparso. Pensate che rispetto a cinque anni fa i negozi che permettono l'accesso ai cani sono aumentati del 76%. E' quanto si desume da una ricerca realizzata dai volontari Associazione italiana difesa animali e ambiente (Aidaa) su 3.500 negozi di varie tipologie e 500 supermercati in tutta Italia.
Nel 2005 su 3.500 negozi il divieto di accesso ai cani era esteso a 2.600 negozi di varie tipologie, tra cui tutti i negozi alimentari e quasi tutti i bar, ma non mancava il divieto di ingresso ai cani nei negozi di abbigliamento ma anche in negozi di mobili o ferramenta e addirittura in cartolerie. Ora la situazione è migliorata, infatti, da un controllo effettuato sullo stesso numero di negozi nelle maggiori località turistiche e città italiane i negozi che mantengono il divieto di accesso ai cani sono solamente 694 (si tratta in quasi tutti i casi di negozi di alimentari, bar e fruttivendoli, mentre solamente 103 negozi sono relative ad altre tipologie merceologiche).
Tra le città dove è ancora forte la presenza dei negozi con il divieto di accesso ai cani spiccano Roma, Venezia, Firenze e a sorpresa Rimini mentre và decisamente meglio nel resto d'Italia. Un dato sottolineato dall'Aidaa: i cani sono ammessi molto spesso nei centri commerciali appartenenti a gruppi esteri. Rispetto ai cartelli di divieto, in quasi tutti i casi si è passati dal vecchio «vietato l'accesso ai cani» al più morbido ma altrettanto intransigente «io non posso entrare».
Riguardo ai bar, dei 443 visitati dall'Aidaa, solo 124 non ammettono i cani. Ultimo dato, i ristoranti: 76 quelli visitati. Di questi 32 ammettono i cani rispetto ai 21 di cinque anni or sono. Bisogna comunque ricordare che il cane che entra negli esercizi commerciali dove è ammesso deve sempre essere tenuto al guinzaglio corto e con la museruola al seguito pronta ad essere indossata su richiesta del gestore dell'esercizio o su richiesta di un cliente.

6.7.2011

Ancora morte al Palio di Siena

Dopo la morte di un cavallo nel corso delle prove di venerdì scorso gli animalisti vogliono abolire il Palio di Siena, Palio poi vinto dalla contrada dell'Oca. L'incidente è solo l'ultimo di una lunga serie e per questo motivo l'Enpa e la Lav chiedono che il Palio di Siena venga cancellato dalla lista delle manifestazioni.
«Per ammissione dello stesso sindaco di Siena, non si può garantire la piena sicurezza per i cavalli del Palio: e allora, il Palio va abolito», chiede la presidente dell'Enpa Carla Rocchi «La dichiarazione del sindaco parla da sola».

«Se la sicurezza non può essere garantita, non si può non trarne le dirette conseguenze. Capisco la tradizione, capisco la funzione di coesione sociale della manifestazione, sono sicura che tutti a Siena facciano il possibile perchè tutto vada per il meglio», continua Carla Rocchi.
Ma «la morte dei cavalli, oramai a cadenza quasi "regolare", getta fango sulla stessa città toscana, al di là delle migliori intenzioni delle quali io non dubito. Proprio per questo - afferma la presidente dell'Enpa - il Palio di Siena va abolito, una volta per tutte».


5.7.2011

La "Coscienza degli Animali"

«Io sono un animale, ho una coscienza, sono un essere vivente come l'uomo, soffro e gioisco... Amo i miei cuccioli... Ma non ho voce, non posso protestare né scioperare... Eppure i miei cuccioli sono presi, messi in gabbie ristrette, ingozzati di cibo per aumentare di peso rapidamente, liberati solo per essere uccisi senza dignità né attenzione alla sofferenza... Ma non ho voce, qualcuno parli per me». E in Italia c'è chi ha sentito l'invocazione e ha deciso di essere «voce» per questa importante componente del Creato che l'uomo, gerarchicamente posto al vertice, sfrutta invece di tutelare e amare. Come un buon capo dovrebbe fare
Michela Brambilla, ministro del Turismo, e Umberto Veronesi, l'oncologo che ha rivoluzionato la cura del cancro nel mondo, si sono alleati. Entrambi vegetariani, soprattutto animalisti. Hanno raccolto la sofferenza degli animali, traducendola in manifesto-obiettivo manifesto «La Coscienza degli animali», sottoscritto da oltre 125 mila persone sul sito lacoscienzadeglianimali.it.
Attorno a loro sabato 2 luglio si è stretto un manipolo di rappresentanti dell'intellighenzia italiana, ospiti dell'Istituto dei ciechi di Milano, hanno preso parte, dal vivo e in video, le scrittrici Dacia Maraini e Susanna Tamaro, l'astrofisica Margherita Hack, il regista Franco Zeffirelli e noi del magazine degli animali .
Dal dibattito è emersa anche la necessità di non dare più ospitalità sul nostro territorio ai circhi con animali, sul modello di quanto appena deciso in Inghilterra, e la battaglia per il bando definitivo dei test su animali per i cosmetici.
Alla fine sorge un dubbio: ma la coscienza gli uomini ce l'hanno?




Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.