**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

10.9.2012

USA: i cani in Chiesa sono i benvenuti

Il detto “benvenuto come un cane in Chiesa” indica un ospite molto sgradito, uno insomma che prima se ne va e meglio è, ma la situazione sta cambiando, almeno negli USA. Nell'Illinois e nell'Indiana, infatti, è stata organizzata una squadra di sei cani di supporto ai fedeli nelle chiese. Questi cani lavorano con i religiosi e i volontari per dare conforto alle persone in difficoltà. Oltre a presenziare alle messe domenicali, i cani vanno in visita in ospedali, ospizi e scuole.
Il presidente dell'associazione di beneficenza che li gestisce ha dichiarato: “vediamo i cani come un dono di Dio che li usa per compiere la Sua volontà: aiutare la gente”. I risultati comunque sono incoraggianti: i fedeli in difficoltà sono rasserenati da questa dolce presenza e i cani hanno un modo in più per stare vicini ai loro amici umani.
Iniziativa da importare, non siete d'accordo?


7.9.2012

Ha paura dei temporali

Oggi rispondiamo a Graziella che ha un problema con la sua femmina di cane corso di 6 anni: è letteralmente terrorizzata dalla pioggia e dai temporali. Ci chiede aiuto. Risponde Daniela Lisi educatrice cinofila:
"Cara Graziella, capisco molto bene il tuo problema perché ci sono passata anche io...
Purtroppo il temporale è nemico di molti cani adulti e cuccioli. Quando si tratta di un cucciolo è molto semplice fargli capire che non c'è nulla di cui avere paura (magari in seguito vi spiegherò come) ma quando si tratta di un cane adulto questa fobia è davvero difficile da risolvere. La cosa milgiore che possiamo fare è seguire alcuni accorgimenti che faranno soffrire meno il nostro cane in quel momento.
Come prima cosa, visto che il cane vive in giardino, quando vedi che inizia ad agitarsi fallo entrare in casa. Ti sarà successo, o succederà di sicuro, che vedrai il cane andare in ansia anche se non sta piovendo... ecco, di sicuro sta arrivando un temporale. Loro hanno la capacità di sentirlo prima.
Seconda cosa molto importante, non consolare il cane. Se confermi le sue paure non capirà mai che non c'è nulla da temere. Quindi non accarezzarlo e non parlargli con voce consolante come hai fatto fino ad ora ma, al contrario, continua a fare le tue cose come se nulla fosse, cercando però di essere sempre presente e di non negargli il tuo sguardo.
Terzo, lascia che il cane trovi un luogo dove potersi sentire al sicuro. Spesso cercano un posto coperto, come sotto al tavolo o sotto il letto.. la mia cagnolona ad esempio si sentiva al sicuro nascondendosi nel mobile sotto al lavandino.
Quarto ed ultimo consiglio, se quando esci lasci il cane in giardino assicurati che non possa scappare o saltare il recinto in caso di temporale improvviso. Spesso quando un cane va in ansia forte, preso da un attacco di panico, può fare cose che non avremmo mai pensato.. il mio cane tempo fa fece un salto di circa 3 mt... calcolando che solitamente i cani hanno paura del vuoto.
Un'ultima cosa importante, non lasciare mai il cane legato in giardino perché potrebbe strozzarsi!
Insomma, prudenza e molta pazienza!".

6.9.2012

Il corso per "cane da ufficio"

Dove lasciate il vostro amico a quattrozampe mentre siete al lavoro? Ebbene a Vienna hanno trovato la soluzione: corsi speciali che insegnano al cane e al suo padrone “il giusto comportamento da ufficio” per poi promuoverlo “Cane da ufficio” con tanto di certificato.
Pensate che studi internazionali dimostrano che i cani, se ci accompagnano in ufficio, rendono più armoniche le relazioni di lavoro incentivando la produttività e la serenità. La sola presenza degli animali nei luoghi di lavoro riduce lo stress, le situazioni di conflitto tra le persone. Da qui l'idea di prepararlo per l'ufficio.
Durante questo speciale corso Fido impara a controllare le sue fobie davanti a determinati stimoli, un test comportamentale certifica poi se è pronto per stare in ufficio, magari accucciato sotto la scrivania anche in situazioni di stress.
Sempre durante il corso, anche il proprietario dovrà dimostrare di conoscere le principali esigenze del cane, il suo comportamento e le leggi sulla condotta.
Alla fine uno speciale certificato garantisce l'idoneità del cane a frequentare l'ufficio con suo padrone. Ultimo ostacolo: convincere il capoufficio.


5.9.2012

Ho trovato un carlino, è senza microchip

Oggi rispondiamo a Inda che ci ha scritto perché dopo aver trovato un carlino, un veterinario ha confermato che il cane era privo di microchip. A questo punto Inda ha fatto regolare denuncia di ritrovamento al canile di zona ed è così che il giorno dopo le hanno comunicato di aver ritrovato il vero padrone, ma lei non si fida.
La sua domanda è “cosa succede se tiene il cane con sé?”
Risponde il dottor Emanuele Minetti dirigente ANMVI e Medico Veterinario nell'ambulatorio di Vle Monteceneri a Milano.
"Buongiorno Loredana e buongiorno a tutti gli ascoltatori di RMC,
dobbiamo dire che il comportamento di questo nostro ascoltatore è stato praticamente corretto sotto tutti i punti di vista.
Meno corretto ovviamente appare quello del vero proprietario del cane perché non lo ha mai iscritto all'anagrafe canina tramite il microchip, obbligatorio in tutta Italia per legge. Praticamente è come se non avesse messo la targa all'auto e pretendesse in caso di furto di averla indietro “sulla parola”: dobbiamo quindi immaginare che l'onere di dimostrare la proprietà vera del cane ritrovato spetti a lui in prima persona.
A mio parere il ritrovatore deve prima andare senza il cane presso la ASL, od il canile municipale, e farsi mostrare qualche prova che attesti davanti a testimoni la reale proprietà, per esempio fotografie, il libretto sanitario veterinario con le vaccinazioni, sentire perone come testimoni fidati, eccetera.
Ovviamente nessuno si può tenere un cane trovato se di sicuro appartiene ad altra persona, e si è solo smarrito, perché andrebbe incontro ad una denuncia penale con varie imputazioni, anche importanti quale il furto, il maltrattamento di animali, eccetera."


Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.