**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

10.2.2011

Stagione venatoria: chiusa il 31 gennaio

Oggi qui al Magazine degli Animali parliamo ancora di caccia cominciando col dire che la stagione venatoria si è chiusa a fine gennaio ed è già tempo di bilanci. Ma è subito polemica tra il fronte anticaccia e le associazioni delle doppiette. E come ogni anno, è scontro anche sui numeri.
L'associazione «Vittime della caccia» ha presentato al Senato, il resoconto delle vittime della stagione appena conclusa evidenziando che nel complesso si parla di 141 vittime totali, di cui 53 morti e 88 feriti. La classifica delle regioni per numero di vittime vede al primo posto la Toscana, seguite dalla Sardegna e quindi dalla Lombardia.
Sulle vittime della caccia era intervenuta anche l'on.le Gabriella Giammanco, «Questi numeri impongono una seria riflessione sull'attività venatoria, che diverte solo l'un per cento degli italiani ma che mette a rischio la vita di tanta gente che nulla ha a che vedere con questa pratica anacronistica. La legislazione vigente sulla caccia va rivista. È necessario aumentare le distanze di sicurezza dalle quali si può sparare, in prossimità di abitazioni, strade e fabbricati, e bisogna vietare ai cacciatori di entrare e cacciare liberamente nei fondi altrui perchè va garantito il diritto alla proprietà privata. La proposta di legge del comitato 'animal friendly' si muove in questa direzione e dà risposta alla maggioranza degli italiani che si dichiara contraria alla caccia».



9.2.2011

In fuga dall'Egitto ma con i propri animali

L'organizzazione internazionale animalista Peta ha scritto una petizione al governo americano per far evacuare dall'Egitto i cani e i gatti domestici insieme ai loro padroni, che in questo momento stanno fuggendo dal Paese. «Peta crede che le autorità statunitensi dovrebbero pensare anche agli animali domestici delle persone che stanno evacuando dall'Egitto, e tornando negli Stati Uniti.» Il Dipartimento di Stato, che ha già evacuato 2.400 cittadini degli Stati Uniti, rifiuta di occuparsi degli animali e dice ai proprietari di rivolgersi alle compagnie aeree. In questo momento infatti non sono autorizzati a prendere i loro animali in aereo, il che significa che devono scegliere tra un soggiorno in Egitto per il bene dei loro animali, ma rischiando la vita, o tornare a casa senza poterli più vedere.Peta ha anche inviato una lettera al Segretario di Stato Hillary Clinton chiedendo che il Dipartimento di Stato consenta l'evacuazione anche a cani e gatti, «il benessere degli animali è un valore profondamente radicato nella società americana, e rappresentano una fonte di conforto in questo periodo terrificante» si legge in una parte della lettera.Vi terremo informati sugli sviluppi. Ed è tutto per oggi

8.2.2011

I bastardini? Sono i più intelligenti

E' uno studio molto interessante svolto dell'etologo Kenth Svartberg su 13.000 esemplari dall'Università di Stoccolma e riferita dal giornale Telegrph, e questo è il risultato: i cani di razza sono meno intelligenti dei bastardini.
Adottare quindi un cane con il pedigree non significa automaticamente avere un amico a 4 zampe intelligente proprio per il fatto che vengono ormai allevati soprattutto per scopi che si potrebbero definire “estetici.
L'autore dello studio ha concluso che “Le moderne pratiche d'allevamento influenzano il comportamento e le capacità mentali delle razze con pedigree e non solo l'aspetto fisico.”
Fino a non molto tempo fa i cani venivano selezionati per altre caratteristiche quali: l'intelligenza o il fiuto, oggi spesso lo scopo è creare una specie di accessorio come i chihuahua “da borsetta” alla Paris Hilton e Brithney Spears.
Conclusione dello studio di Svartberg: i geni responsabili della bellezza nei canidi spesso si associano alla personalità noiosa e introspettiva.

7.2.2011

Non c'è trippa per gatti

Sapevate che il modo di dire “Non c'è trippa per gatti” usato per sottolineare una totale mancanza di fondi economici, fu coniato dal sindaco di Roma Ernesto Nathan che, nel corso di un suo intervento, faceva notare chem per problemi economici era stato perfino soppresso il modesto contributo con cui il Comune manteneva le colonie feline che abitavano gli scavi archeologici?
Ma oggi possiamo finalmente dire che la trippa per gatti è tornata, ad annunciarlo è stato il sovrintendente ai Beni Archeologici che ha affermato: Sì, nel nostro bilancio abbiamo una modesta voce in cui prevediamo anche un piccolo aiuto per i gatti delle nostre aree archeologiche. Anche se il futuro di queste colonie feline dipende soprattutto dall'impegno e dalla buona volontà delle cosiddette “gattare”.
Pensate che i gatti che vivono a Roma sono 300.000, di cui 180.000 vivono in casa, 120.000 sono randagi e 4.000 nelle colonie feline.

Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.