**

Vittoria! gucci blocca la vandita delle pellicce di foca

Da una mail ricevuta da PETA, abbiamo appreso che dopo avere ricevuto migliaia di mail di protesta, Gucci ha reso noto che non venderà più pellicce di foca.Ancora una volta, le nostre voci, unite hanno permesso un'altra vittoria per gli animali. La vostra partecipazione ai nostri sforzi è cruciale per il successo, come si può vedere dalle importanti vittorie fino ad oggi ottenute.
Leggi la notizia alla pagina http://www.oipaitalia.com/pellicce/notizie/gucci.html



Commenti alla notizia

Scritto da lello pagnotta il 11.1.2009 alle 23:14:00

sempre per correttezza d'informazione, gucci usa le foche per gli stivali, quindi sarebbe da collocare al settore calzaturiero, mentre si chiede di bandire, la pelliccia in generale dalle collezioni,e non si parla più di foca. Mi chiedo pertanto la battaglia è per le foche in quanto tali, o è un pretesto per boigottare un mercato, che (ribadisco) utilizza pelli di allevamento, propio come quello calzaturiero, che tra capretti, camosci e vitelli, realizza ogni anno le propie collezioni. perchè deve esistere questa disparità di trattamento, tra animali col pelo e non? noto la stessa disparità, quando in autostrada leggo, attenzione cavalli da corsa significa che se fossero da tiro potresti anche tamponarli e massacrarli?

Scritto da ilaria semeraro il 9.4.2008 alle 18:46:07

E vai!! Foche 1 Gucci 0!! Ho mandato la mail anch'io l'altro ieri ma non pensavo ci ascoltassero. Siamo grandi! Siete grandi!!
ilaria.


Inserisci il tuo commento

Nome e Cognome*:
Email (non sarà pubblicata)*:
Commento*:
Numero dei caratteri ancora disponibili:


Codice di controllo*: Scrivi la cifra che leggi nell'immagine qui sopra

* Campi obbligatori

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog.
Non sono consentiti: messaggi non inerenti al post , messaggi privi di indirizzo email , messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome) , messaggi pubblicitari , messaggi con linguaggio offensivo , messaggi che contengono turpiloquio , messaggi con contenuto razzista o sessista , messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.
La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri

Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003):
Per poter postare un commento, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome che vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, mentre l'indirizzo e-mail non verrà pubblicato. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all' art. 7 del D.Lgs. 196/2003.